Tutte le ricette presenti nella Categoria: Piatti Puglia

Taralli pugliesi (Anna Moroni chef – Puglia)

Il Tarallo o Tarallino è un prodotto da forno tipico della Puglia (ma prodotto anche in Campania, Calabria, Lazio e Molise), classificato come Prodotto agroalimentare tradizionale (viene comunque prodotto anche in altre regioni d’Italia). Il prodotto assume numerevoli varianti dettate dalla zona di produzione. Principalmente si tratta di un anello di pasta non lievitata cotto in forno.
Le pizzerie e i ristoranti li offrono come stuzzichini e ben legano con vino bianco e piatti a base di olio extra vergine di oliva.
Questa è la ricetta tratta da “La Prova del Cuoco” (Rai Uno) di Anna Moroni..

Ricette tipiche regionali: Tarallini Pugliesi al forno

Ricette tipiche regionali: Tarallini Pugliesi al forno

Ingredienti:
1 kg di farina 00
200 gr di olio di oliva extra vergine
10 gr di sale fino
10 gr di semi di finocchio
vino bianco q.b.

Preparazione:
Impastare la farina con olio fino ad assorbimento. Diventerà come una farina più grossa. Metterci il sale e i semi di finocchio. Una volta amalgamati bene questi ingredienti, cominciare a versare il vino bianco fino a formare un impasto solido, che non si attacchi alla spianatoia e che non sia molto duro. Lavorarla con le mani per circa 15 minuti fino ad avere una massa morbiba e liscia.
Fare i tocchettini e allungarla con le mani, fino a spezzarla per 5 cm circa e fare il cerchietto con una lieve pressione sulle estremità.
Terminata questa operazione, mettere in una casseruola 2 litri di acqua, portarla ad ebolizione e metterci dentro 10 taralli per volta. Quando salgono a galla tirarli via e poggiarli su un canovaccio.
Sistemarli in una teglia ed informarli a 180° per 30 minuti circa.

Continue reading

Orecchiette alle cime di rapa (Puglia)

Ingredienti x 4 ps:
400 gr. di orecchiette fresche
600 gr. di cime di rapa
3 o 4 acciughe sotto sale
4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
2 spicchi d’aglio
1 peperoncino piccante
sale

Preparazione:
Mondate le cime di rapa e lavatele piu’ volte in acqua corrente.
Raschiate le acciughe, sciacquatele rapidamente quindi asciugatele e dividetele a filetti.
Mettete sul fuoco una pentola con l’acqua e non appena raggiunge l’ebollizione, salatela e buttatevi le cime di rapa tagliate a pezzetti.
Dopo cinque minuti, versate nella pentola anche le orecchiette e terminate la cottura.
Intanto, scaldate l’olio in una padella ampia e fatevi rosolare lo spicchio d’aglio, tagliato a fettine e il peperoncino.
Quando l’aglio e’ imbiondito, ritirate la padella dal fuoco e aggiungete le acciughe al soffritto schiacciandole con la forchetta.
Quando la pasta e le verdure sono cotte ma ancora un po’ al dente, scolatele, versatele nella padella con il soffritto e fatele saltare per qualche minuto nel condimento prima di servirle ben calde.

Continue reading

Olio Santo (Puglia)

tipica e golosa ricetta pugliese

Ingredienti:

1 mazzetto di peperoncini
1 cuore di sedano
4 spicchi di aglio
1 pugnetto di sale grosso
olio q.b.

Preparazione:

Versione 1:
Lavare e asciugare bene i peperoncini.
Tagliarne il gambo con le forbici e disporli su di uno strofinaccio. Esporli al sole per almeno 2/3 ore rigirandoli ogni tanto. Passarli con uno panno pulito per eliminare l’eventuale polvere e quindi ridurli in pezzetti con l’aiuto delle forbici.
Tagliare a fettine sottili l’aglio e il sedano ed unirli ad i peperoncini fatti a pezzetti in una coppa insieme al sale e all’olio mischiando accuratamente con le mani.
Mettere l’impasto nei vasetti (ben puliti e asciutti) e coprire con l’olio.
Lasciare i vasetti senza coperchio
(coperti con un foglio di scottex per farli traspirare) per 1 giorno.
Aggiungere l’olio che si sarà asciugato fino a coprire e riporre per almeno una settimana prima di consumare aggiungendo man mano l’olio che verrà assorbito dai peperoncini.

Versione 2 :
mettere i peperoncini spezzettati e ben asciutti in un vaso e coprire di olio extravergine d’oliva. aggiungere, se piace, uno o due spicchi d’aglio e coprire. dopo qualche giorno è pronto per l’uso, e man mano che l’olio si consuma, se ne può aggiungere altro, sempre lasciando i peperoncini nel vaso. è un condimento gustosissimo per i palati forti.

Note:
Prima di iniziare occorre assicurarsi che i peperoncini siano molto piccanti. In proposito si consiglia l’assaggio del peperoncino ancora fresco.
La variante più “crudele” non prevede il sedano.

Continue reading

Proudly powered by WordPress