Tutte le ricette presenti nella Categoria: piatti Lazio

Zeppole (Lazio)

Ingredienti: (Per 6 persone)
2 uova
500 gr. di farina
25 gr. di lievito di birra
1/4 di litro di latte
olio
140 gr. di zucchero
5 gr. di sale
crema pasticcera o marmellata
100 gr. di burro

Preparazione:
Sciogliete il lievito in 1/4 di litro di latte, aggiungete 100 gr. di farina e fate una pasta che metterete in acqua tiepida. Dopo 15 minuti, la pasta salirà in superficie, toglietela dall’acqua. Ammucchiate il resto della farina come un vulcano; in mezzo metteteci le uova, il burro, 40 gr. di zucchero, il sale e il resto del latte. Mischiate il tutto finché la pasta non sia compatta e molle. Dopo aver unito a questa pasta il lievito, precedentemente preparato, lasciate riposare il tutto, coprendo con un telo, per 90 minuti. Successivamente dividetela in tanti pezzi di 40 gr. ognuno e arrotondateli. Ricoprite e lasciate riposare ancora per 1 ora. In una padella grande, metteteci abbondante olio e fateci cuocere questi pezzi, girandoli di tanto in tanto. Quando questi saranno dorati toglieteli dal fuoco. Tagliateli a metà e riempiteli con marmellata o crema, poi fateli rotolare nel restante zucchero.

Continue reading

Maritozzi (Lazio)

Un classico dolce da forno che si prepara per la Quaresima nel lazio. Si trovano anche farciti con la panna, con la nutella, con il gelato di crema o un gusto a vostro piacere o potete mangiarli semplici e inzupparli nel cappuccino..

Ingredienti:
farina 200 gr
lievito di birra 20 gr
uovo 1
burro 50 gr
sale un pizzico
zucchero 3 cucchiaini colmi

Preparazione:
Con la farina e il lievito di birra preparate l’impasto, aggiungendo anche l’uovo e il burro. Lavoratelo energicamente, poi unite due cucchiai di zucchero e mettetelo in luogo tiepido a lievitare. Quando l’impasto è raddoppiato di volume, dividetelo in 12 pezzi ai quali darete una forma ovale. Disponeteli su una teglia poco unta e schiacciateli leggermente col palmo della mano. Mettete la teglia in luogo tiepido e lasciate lievitare ancora un paio d’ore: infornate quindi a oltre 250 gradi per 6-7 minuti, i maritozzi devono riuscire dorati e morbidi. Toglieteli dal forno e pennellateli col rimanente zucchero, sciolto in pochissima acqua. Rimetteteli nel forno spento, ma ancora caldo, per qualche minuto perché asciughino in superficie. Fate raffreddare i maritozzi e, a piacere inserire il ripieno..

Continue reading

Carciofi alla giudia (Lazio)

La stagione fredda è il momento migliore per gustare i carciofi: ve li propongo in una preparazione classica, semplice, ma tutt’altro che banale, capace di esaltare l’aroma di questo ortaggio. Naturalmente per i carciofi alla Giudia, piatto tradizionale della cucina Laziale, del ghetto Ebraico di Roma, si utilizza il carciofo della varietà cimarolo, detto “mammola”, dal colore tendente al violetto e dal gambo grosso e dritto.

Ingredienti:
carciofi cimaroli romaneschi, olio d’oliva per friggere, un limone, sale e pepe.

Preparazione:

Togliere al carciofo le foglie esterne piu’ dure e tagliare il gambo. Tagliare la parte apicale delle brattee con un coltello affilato, immergerli in acqua e succo di limone, scolarli e lasciarli asciugare. Schiacciare delicatamente i carciofi a testa in giu’ su di un ripiano, in modo che le brattee si aprano come un fiore. In un tegame far scaldare abbondante olio, disporre i carciofi a testa in giu’ e una volta che sono ben rosolati, capovolgerli e lasciarli cuocere fino a che il cuore sarà diventato tenero. Scolarli su carta assorbente e salarli e peparli solo al momento di servirli.

Continue reading

Proudly powered by WordPress