Tutte le ricette presenti nella Categoria: Piatti Piemonte

Zabaglione (Piemonte)

dolci tipici del Piemonte

INGREDIENTI:

6 tuorli d’uovo
7 cucchiai di zucchero
6 mezzi gusci di Marsala
6 mezzi gusci di Moscato

PREPARAZIONE:

In un pentolino dai bordi alti sbattere i tuorli d’uovo con lo zucchero, girare a lungo finché il composto non diventa cremoso e chiaro.

Mettete il pentolino su un fuoco bassissimo, eventualmente proteggendo il fondo con una griglia posta direttamente sul fuoco, affichè il composto non attacchi.

Aggiungere uno alla volta i mezzi gusci di Marsala e quelli di Moscato, senza smettere. All’inizio della cottura lo zabaglione è liquido, ma quando sarà vicino al bollore diventerà più denso e spumoso.

Il segreto sta nell’esatto punto di cottura: quando la superficie della pasta comincia a “fremere” bisogna togliere il pentolino dal fuoco, continuando a rimestare per qualche minuto. Riempite con lo zabaglione dei piccoli bicchieri e serviteli, caldi o freddi, a piacere.

Continue reading

Agnello al forno (Piemonte)

Un secondo di carne dalla città di Torino, per il giorno di Pasqua.

SPECIALE PASQUA
RICETTE TIPICHE REGIONALI

Ingredienti:
1 kg di carne di agnello
2 spicchi d’aglio
1 cipolla
2 carote
una costa di sedano
qualche foglia d’alloro
un rametto di rosmarino
un ciuffo di timo
1 bicchiere di grappa
1 bicchiere di brodo
30 g di burro
1 bicchiere di olio di oliva
sale e pepe.

Preparazione :
Tritate sedano, carota e cipolla e metteteli a rosolare in una capiente casseruola da forno con 3-4 cucchiai d’olio, il burro e gli spicchi d’aglio interi.
Unite l’agnello a pezzi e fatelo rosolare bene da tutte le parti.
Salate e pepate, cospargete con rosmarino, alloro e timo grossolanamente tritati, bagnate con il bicchiere di grappa e un mestolo di brodo.
Chiudete la casseruola col coperchio e fate cuocere in forno a 200° per 40 minuti, mescolando e rigirando i pezzi di agnello, finchè diventeranno dorati.

Continue reading

Vitello Tonnato (Piemonte)

SPECIALE NATALE e CAPODANNO

Ingredienti:
1kg rotondino (girello magatello)
300g tonno sott’olio
5 filetti acciuga
4 tuorli d’uovo sodi
20 capperi
sedano
carota
cipolla
vino bianco
aceto
limone
olio, sale, pepe
salvia, lauro, rosmarino

Preparazione:
In pentola con coperchio, mettete, tagliati a pezzetti, sedano, carote, cipolle, salvia, rosmarino, lauro, olio. Rosolate e mettete il rotondino; rosolatelo aggiungendo vino bianco, un poco d’acqua. Cuocete stufando, raffreddate.
Preparate la salsa: passate il tonno, acciughe, capperi, tuorli sodi, un po’ d’aceto, olio d’oliva in frullatore. La salsa deve risultare un po’ liquida, tagliate quindi la carne a fettine sottili e mettetele in piatto di portata, ricoprite con la salsa.

Continue reading

Tomini, salsa verde e acciughe (Piemonte)

Una ricetta tipica del Piemonte veramente gustosa..

Ingredienti:
10 + 2 acciughe sotto sale
prezzemolo
pane raffermo
aceto di vino bianco
vino bianco secco
aglio uno spicchio
sale
olio extra vergine di oliva

Preparazione:
Bagnate il pane con l’aceto.
Diliscate, pulite e lavate sotto l’acqua fredda le acciughe, poi sciacquatele in una miscela di aceto e vino; asciugatele e mettete da parte.
Lavate il prezzemolo, asciugatelo ed eliminate i gambi più duri e tritatelo.
Assieme al prezzemolo tritate le acciughe e l’aglio.
Unite al trito il pane (strizzato dall’aceto) aggiustate di sale e aggiungete abbastanza olio extra vergine.
Mescolate il tutto, versate il trito in una terrina di vetro, aggiungendo le acciughe. Mescolate bene e coprite, se necessario con altro olio extra vergine di oliva.
Con la stessa salsina condite i tomini su di un piatto da portata.. farete un figurone con i vostri ospiti!!


Le acciughe saranno ancora più buone il giorno dopo.
Si conservano anche per 8/10 giorni in frigorifero.

Continue reading

Uovo di Pasqua (Piemonte)

Ricetta piemontese, dolce classico di Pasqua, per grandi e piccini

Ingredienti:

500gr di cioccolato fondente di copertura
termometro per dolci (detto anche caramellometro)
due mezzi stampi per uova di Pasqua di media grandezza

Preparazione:

Portare ad ebollizione una grande pentola non completamente piena d’acqua;
Abbassare la fiamma ed immergere il pentolino con il cioccolato a pezzi; lasciare fondere completamente;
Controllare che la temperatura del cioccolato rimanga intorno ai 42 gradi centigradi;
Spegnere il fuoco; versare 3/4 del cioccolato su una superficie liscia (vetro, ceramica, porcellana o al limite marmo); il rimanente cioccolato rimetterlo a bagnomaria ma a fiamma spenta;
Lavorare il cioccolato con una cucchiaio di plastica, o qualcosa del genere, sino a che raggiunga i 30 gradi centigradi;
Raccogliere il cioccolato lavorato e versarlo nel pentolino dove si trova il resto del cioccolato;
Controllare la temperatura: se è sensibilmente minore di 35 gradi, rimettere il pentolino a bagnomaria sino al raggiungimento di tale temperatura;
Versare in fretta il cioccolato nei due mezzi stampi facendoli roteare, in modo da foderarli completamente di cioccolato;
Dopo alcuni minuti il cioccolato inizia a solidificarsi; mettere in frigo per un paio di ore;
Togliere da frigo; per togliere le due metà di uovo, premere delicatamente dietro i due mezzi stampi;
Prima di riunire le due metà, con un coltellino pareggiare i bordi;
Infornare una teglia da forno vuota nel forno gia caldo per 15 minuti;
Appoggiare per un attimo sulla teglia calda le due metà in modo fa ammorbidire leggermente i bordi ed immediatamente riunirle in modo da ricomporre l’uovo facendo combaciare i bordi.

Continue reading

Proudly powered by WordPress