Scuola di cucina: essiccare i funghi

Per avere sempre un’utile scorta di funghi secchi. Una “ricettasemplice, ma per ottenere un buon risultato bisogna seguire bene le indicazioni..

SPECIALE SCUOLA di CUCINA

I funghi adatti all’essicazione sono:
– Corno dell’abbondanza (detto anche Trombetta da morto)
– Porcino, Porcino nero
– Boleto dei pini (detto anche Brisa mora)
– Boleto appendicolato
– Gambesecche (detto anche Marasmio oreade)

Preparazione:

ESSICCAZIONE AL SOLE:
Pulite i funghi.
Tagliate ogni fungo, gambo e cappello, verticalmente (nel senso dell’altezza), a fettine sottili.
Allineate tutte le fettine su una tavola di legno senza che si sovrappongano.
Esporle al sole moderato ed ogni tanto rigirarle, sino a che non si noterà alcuna traccia di umidità. [Di notte è bene comunque ritirarli perchè non assorbano umidità]

Una volta essicati, mettere i funghi in sacchetti di plastica per alimenti facendo uscire tutta l’aria e chiudendoli il più possibile ermeticamente.

ESSICAZIONE IN FORNO :
Se il sole non fosse sufficiente, si possono seccare in forno su una placca coperta di carta da forno, ad una temperatura di 150°C. Lasciate il forno socchiuso per far uscire l’umidità.

Note:
Al momento dell’utilizzo è sufficiente farli rinvenire per qualche minuto in acqua tiepida, scolarli, sciacquarli e usarli come richiesto dalla ricetta. Conservate l’acqua in cui avete ammollato i funghi, perchè conserva molto sapore, e si può usare (dopo averla filtrata in modo da eliminare la terra) come brodo per la ricetta desiderata.

Questa ricetta è stata letta 11 volte!

Proudly powered by WordPress